I brand di birra più discussi online: temi, trend e insight

Un'analisi dei brand di birra più discussi in rete e sui social: temi di conversazione, posizionamento, visibilità e buzz online.

I brand di birra più discussi online

Inutile sottolineare come i brand di birra investano massicciamente in attività di comunicazione corporate, PR, sponsorizzazioni sportive ed eventi. Tuttavia, non sempre è facile valutare il reale ritorno in termini di visibilità, buzz e share of voice.

Questi indicatori sono fondamentali per integrare in maniera completa la reportistica relativa ai risultati, giustificare il ritorno sull’investimento e ottenere un set completo di metriche per ottimizzare le attività in itinere o in programma.

Per questa ragione, abbiamo deciso di analizzare (periodo di osservazione 14 settembre – 7 dicembre) il buzz online generato da 14 brand di birra, in grado di rappresentare al meglio il panorama italiano legato al largo consumo, in merito a CSR, leve promozionali, eventi e sponsorship. 

Di seguito trovi tutti i dati relativi a brand e temi più discussi.

CSR

La comunicazione corporate dei brand di birra è da sempre attenta ai temi della corporate social responsibility. Conseguentemente, bisogna monitorare al meglio quali campagne o attività PR  hanno il miglior ritorno in termini di visibilità online in merito a sostenibilità (materie prime, agricoltura, etc.) e consumo responsabile. Come possiamo osservare dal grafico, Peroni (38%) e Heineken (26%) presentano un netto distacco rispetto al resto del campione di analisi. 

I brand di birra più visibili online in merito alla CSR

L’indagine sui temi mostra i 2 driver chiave che hanno garantito la maggior visibilità a Birra Peroni: il report di sostenibilità, connesso alla vittoria ai Corporate & Financial Awards 2016, e il percorso di visita allo stabilimento Italia Pielsen. Questa iniziativa è collegata alla Settimana della Cultura d’Impresa e punta a mostrare la nuova identità dello stabilimento padovano, fatta di cultura, sostenibilità e creatività. La top 3 dei media, in base alla copertura, restituisce il seguente risultato: 53% Twitter, 27% News e 13% Blog. 

Birra Peroni è il brand più discusso in merito alla CSR

Promozione

L’analisi sulle leve promozionali relative ad eventi e partecipazioni, pubblicità e spot, contest e concorsi, sponsorizzazioni sportive e partnership restituisce il quadro delle attività che generano il maggior buzz e share of voice. Il dato relativo agli eventi non deve stupire, al contrario rinforza l’importanza strategica del saper integrare la dimensione online/offline con iniziative congiunte. Lo spaccato sui media evidenzia i canali a più alto impatto: Facebook e News.  

Brand di birra: l'analisi delle leve promozionali più efficaci

 

Eventi

Il dettaglio ci svela la top 3 dei brand maggiormente visibili quando online si parla di eventi: Peroni (Terzo tempo Peroni Village ed iniziative sul territorio per promuovere la birra gluten free), Ceres (Halloween Invasion) e Beck’s (Cheers To Independence).

Inoltre, l’analisi territoriale delle conversazioni ci mostra come il Sud Italia rappresenti un’area geografica ancora non presidiata appieno per rinforzare immagine e posizionamento.

 

I brand di birra che generano il maggior buzz in merito agli eventi

Sponsorizzazioni sportive

Come abbiamo visto, lo sport occupa il secondo posto all’interno della classifica delle leve che generano maggior buzz online. Tuttavia, quante volte le funzioni Comunicazione e PR si chiedono come valutare al meglio il ritorno in termini di visibilità delle sponsorizzazioni sportive? Dai risultati emergono i seguenti brand e temi dominanti: Peroni (rugby – terzo tempo village e stadio del Rugby Calvisano), Heineken (rugby con l’Heineken Cup e Formula 1), Ichnusa (calcio a 5 femminile e volley), Forst (coppa del mondo di sci e volley – Trentino Volley e AVS Volley).

La visibilità online di Forst in merito alle sponsorship
Un esempio relativo al brand Forst.

Ovviamente, questi dati vanno affiancati dall’analisi del posizionamento in merito ad engagement e top content. Puoi trovare questa analisi nel nostro blog post dedicato. Inoltre, bisogna integrare questi insight con metriche ed indicatori relativi all’industry di riferimento e ai principali trend collegati alla distribuzione.




New Call-to-action


Rispondi