Strategia su Instagram: leve e tattiche per la comunicazione aziendale

come impostare una strategia su Instagram

In questo articolo troverai suggerimenti e best practices per impostare una strategia su Instagram guidata dai dati. Inoltre, copriremo alcune delle principali leve tattiche per raggiungere le audience di riferimento. I principali punti che andremo ad analizzare: target, influencer, advocacy, content e community strategy.

Inutile sottolineare la crescente importanza di Instagram per le strategie di comunicazione e marketing sui social media. I dati parlano chiaro, si tratta di una piattaforma che vede la presenza di 9 milioni di italiani ed utilizzata da 400 milioni di persone in tutto il mondo. Inoltre, presenta più di 500 milioni di utenti attivi al mese.

Di seguito, scoprirai come determinare un’efficace strategia data driven e come declinarla a livello tattico, tramite le migliori leve di comunicazione!

Strategia su Instagram

La strategia deve sempre rispondere ad una domanda chiave: “come raggiungere gli obiettivi prefissati?”. Per questa ragione, bisogna mettere in campo un processo di analisi in grado di rispondere agli interrogativi in merito ad audience e segmenti a target, content strategy e posizionamento.

Analisi e posizionamento

Innanzitutto, analizza il livello di menzioni a tema (prodotti, servizi, trend), valuta il livello di penetrazione in piattaforma e indaga il peso dei tuoi principali competitor in merito alle tematiche oggetto di analisi. In questo modo, potrai determinere il livello del tuo investimento in questo canale.

Analisi su instagram sui trend di consumo legati al bio
Analisi sulle conversazioni relative al comparto bio.

A seguire, determina chi sono i maggiori influencer e i consumatori più attivi. Conseguentemente, potrai definire programmi mirati di influencer marketing e campagne dedicate di brand advocacy. Ecco le principali metriche di riferimento per valutare questa tipologia di utenti:

  • coinvolgimento – n° di menzioni  e di contenuti a tema
  • potential reach – audience potenziale raggiungibile e base fan (n° fan e follower)
  • engagement del pubblico – social shares e commenti
  • network di diffusione – interazioni, contatti e collegamenti con altri utenti rilevanti per le community di riferimento.

Analisi influencer su Instagram

 

Adesso, determina la tua brand identity dal punto di vista visuale e la content strategy a supporto.

Determina le linee guida dell’identità visuale del brand: logo, luce e illuminazione, colori di riferimento dell’azienda (indicando i codici pantone), mascotte o un elemento identificativo.

Individua i contenuti di maggior successo dei tuoi competitor per comprendere quale strategia di content marketing è di maggior successo e per definire un posizionamento distintivo.

Content strategy: analisi dei contenuti più performanti su Instagram.
Content strategy: analizza i contenuti più performanti su Instagram.

 

Tattiche su Instagram

La tattica deve sempre rispondere ad una domanda chiave: “come declinare praticamente la strategia?”. Per questa ragione, deve identificare le leve di comunicazione più appropriate: piano editoriale e community building, paid adv, formati e feature.

Community

Individua e presidia gli hashtag più utilizzati dal target per generare insights (tone of voice, interessi, trend) sulle audience di riferimento e per ottimizzare conversazioni ed interazioni.

analisi degli hashtag su Instagram

Adesso, bisogna creare un piano editoriale variegato e differenziato, in grado di presentare le diverse dimensioni chiave per il brand: le persone che ne fanno parte, prodotti e servizi, partnership e sponsorizzazioni, rubriche tematiche, contenuti ugc, co-branding, etc. Il PE (piano editoriale) può essere declinato su base settimanale, mensile o trimestrale. Scegli il formato che maggiormente si adatta alle tue esigenze.

Paid adv

L’engagement organico non basta, soprattutto quando bisogna raggiungere più obiettivi (traffico al sito, conversioni, visualizzazioni video, etc.). Per questa ragione, il monitoraggio online deve restituire indicazioni precise in merito agli interessi del target e alle aree geografiche maggiormente coinvolte dal tuo brand o sugli argomenti a tema. Adesso, avrai tutti i dati chiave per ottimizzare le opzioni di targeting.

social listening: analisi territoriale delle conversazioni a tema
Social listening: analisi territoriale delle conversazioni a tema.

Formati e feature

Ovviamente, l’introduzione delle Instagram Stories mette a disposizione un formato agile e di facile fruizione da sfruttare al massimo per ottimizzare le interazioni con le community.

Ecco alcuni possibili utilizzi:

  • dietro le quinte – offri contenuti esclusivi durante un evento o mostra la personalità del brand e delle persone che ne fanno parte
  • contest e/o promozioni a tempo – dai 24 ore per partecipare o per usufruire dell’opportunità
  • storytelling partecipativo – permetti agli utenti di esprimersi per decidere la pubblicazione del contenuto/foto seguente
  • supporto o Q&A – scegli un tema e dai 24 ore per offrire assistenza o per rispondere alle principali richieste o necessità.

Quali sono le tue best practices su Instagram? Se vuoi, lascia un commento o scrivici su Twitter utilizzando l’hashtag #DigimindTalks. Ti aspettiamo la prossima settimana con il nostro nuovo blog post dedicato alla content strategy delle top digital agencies italiane.




New Call-to-action


Rispondi