Social Media Analytics: come generare consumer insights

Una mini guida su metriche, indicatori e strategie per profilare le audience a target, monitorare l'esperienza di consumo e acquisire un vantaggio competitivo.

Social Media Analytics: come generare consumer insights

Oggi, la crescente competitività del mercato richiede la capacità di far leva sui social media analytics per generare insight sui consumatori. L’analisi delle interazioni non basta più, conseguentemente bisogna saper estrarre informazioni chiave dalla grande mole di dati proveniente dai social media. Soltanto in questo modo si potrà dare forma alla strategia di marketing e trasformarla in azioni concrete in grado di supportare tutti i reparti aziendali.

Per questa ragione, si parla sempre di più di social media intelligence. Il focus si sposta dalle ‘vanity metrics’ ai contributi concreti in termini di sviluppo del business aziendale. Di conseguenza, bisogna ibridare le metriche di riferimento e non limitarsi ai canali proprietarti per poter monitorare il consumer journey a 360 gradi.

Di seguito, troverai una panoramica sui principali social media analytics e su come utilizzarli al meglio per affinare la strategia aziendale.

Marketing trend

Il primo passo è analizzare le conversazioni a tema relative alle audience di riferimento per intercettare trend e abitudini di consumo. Non dimententicare che bisogna sempre comparare il proprio posizionamento in relazione a quello dei competitor. Ecco i principali indicatori da tenere monitorati:

  • volume delle conversazioni e tematiche associate
  • evoluzione delle conversazioni (arco temporale, medie giornaliere, comparazione con i periodi precedenti)
  • benchmark sul sentiment
  • coinvolgimento (n° di menzioni a tema) di influencer, opinion leader e del loro network di diffusione
  • mappatura territoriale (analisi del buzz segmentato per regione o città)
  • top hashtag
  • peso dei canali di diffusione.

Social Media Analytics: la GDO italiana e i trend di consumo sui social

Customer Journey

L’obiettivo di questa tipologia di analisi è di esplorare l’esperienza di consumo nella sua totalità: raccolta delle informazioni prima dell’acquisto, esperienza del prodotto, assistenza e supporto. A seguire, potrai ottimizzare le leve di marketing e comunicazione per raggiungere gli utenti a target, individuare bisogni ed esigenze, attivare piani dedicati di social caring. Le metriche devono saper rispondere ad alcune domande chiave:

  • quali canali e profili social gli utenti consultano per cercare informazioni o per scambiarsi opinioni? In questo caso, bisogna riportare l’impatto in percentuale e in totale dei diversi canali segmentandolo per numero di menzione e potential reach del singolo medium
  • emergono criticità relative all’esperienza di prodotto e/o alle interazioni con il customer care? Segmenta il sentiment negativo, oltre che la relativa diffusione e influenza delle menzioni, per individuare le problematiche di maggior impatto
  • quali sono le best practices e problematiche dei miei competitor? Individua i temi chiave e se coprono canali, aree geografiche o categorie a target (attualmente) non presidiate.

Tieni a mente che possono emergere differenze sostanziali a seconda delle categorie prese in esame e delle piattaforme monitorate. Utilizza questi dati per una profilazione dettagliata in grado di dividere e selezionare i consumatori in base al loro comportamento online.

Social Media Analytics: benchmark del sentiment

Product Marketing

L’analisi dei social media analytics, integrata ad una strategia complessiva di social intelligence, permette un miglior testing del messaggio e un’ottimizzazione delle attività di sviluppo e innovazione del prodotto e dei servizi associati. I tuoi report devono riuscire a estrapolare le seguenti indicazioni chiave:

  • keywords, espressioni e query per dare forma alla strategia di comunicazione (identità visual e copywriting). Inoltre, questa attività va associata ad un’analisi qualitativa su valori, bisogni e desideri per creare una value proposition ad alto impatto
  • volume, reach e diffusori (ad esempio la stampa specializzata) in relazione ai competitor per valutare l’efficacia delle campagne di lancio del prodotto
  • demografiche degli utenti più attivi, valutando eventuali evoluzioni nel tempo o in relazione alle attività precedenti
  • categorie semantiche collegate alle reazioni a pricing, packaging, nuove funzionalità, pacchetti promozionali, etc.

Social Media Analytics: analisi sulle evoluzioni temporali delle menzioni

Non dimenticare che le metriche relative ai social media analytics vanno integrate al tuo sistema di CRM. In questo modo, potrai segmentare gli utenti a target per i diversi momenti del funnel di conversione e acquisire un vantaggio competitivo tramite un’offerta in linea con le aspettative delle tue audience di riferimento.




KPis e social media marketing


Rispondi