Come realizzare una dashboard di misurazione dei KPIs

how to create social media KPI dashboards

Dopo i nostri primi due blog post ‘Come costruire dei KPI efficaci per determinare il ROI‘ e ‘I 20 KPIs fondamentali per il Social Media ROI‘, continua il nostro approfondimento su metriche e analisi dei risultati. Oggi parliamo di come impostare e ottimizzare una dashboard di misurazione dei tuoi KPIs e delle tue attività di social media marketing.

Per iniziare, elenchiamo alcune funzionalità chiave che ogni dashboard deve avere per risultare efficace: analisi in real-time, opzioni di personalizzazione e possibilità di editare l’output.

1. Quali metriche selezionare?

Innanzitutto, seleziona dai 2 ai 3 KPIs. Scegli quelli maggiormente in linea con i tuoi obiettivi di business.

Per i tuoi filtri, ricorda di determinare una visione globale e una secondaria legata a criteri più stringenti. Ad esempio, “il n° di Twitter Mention” rappresenta una visione globale. Mentre “il n° di Twitter Mention”, segmentati per sentiment o prodotto, rappresenta la visione dettagliata.

La tua dashboard deve anche mostrare alcuni KPIs secondari: 5, 10 o 15. Ricorda che questi indicatori non servono per misurare il raggiungimento degli obiettivi, tuttavia sono estremamente utili per avere una visione d’insieme delle tue attività di social media marketing.

2. Come organizzare il monitoraggio?

In ogni dashboard, i dati possono essere monitorati ed analizzati a seconda dei diversi media e metriche di riferimento.

a. Canali:

  • Paid search: ne fanno parte tutti I KPIs legati alle tue attività di advertising su Twitter, Facebook, LinkedIn e Instagram.
  • Earned media: questi KPIs raggruppano tutte le conversazioni in merito al tuo brand sui canali social e sul web.
  • Owned media: in questo caso, I KPIs misurano la performance dei tuoi canali social proprietari.
KPIs dashboard - Earned Media
Una dasboard di misurazione focalizzata sugli Earned Media (via Digimind Social)

Ricorda che l’analisi può essere ulteriormente segmentata per periodo di riferimento (settimana, mese o un intervallo specifico legato ad una campagna), area di interesse o prodotto.

b. La Dashboard in relazione al funnel di conversione:

Esempio:  Brand Awareness > Community Building > Engagement > Customer Satisfaction > Conversione dei Lead

In questo caso, la dashboard mette in evidenza le diverse fasi segmentate per canale, prodotto ed area geografica.

Twitter KPIs sulla Brand Awareness
Analisi dei KPIs legati alla Brand Awareness su Twitter (via Digimind Social)

c. Panoramica

Mette in evidenza i tuoi KPIs principali e secondari in un’unica interfaccia.

d. Localizzazione o Mercato di Riferimento

La dashboard è organizzata per aree geografiche o linee di prodotto.

Monitoraggio KPIS Engagement via Digimind Social
Engagement segmentato per paese (via Digimind Social)

3. Come presentare i dati?

La presentazione dei dati deve incontrare la metodologia di lavoro, la logica di analisi, le risorse disponibili e i desiderata del cliente.

La reportistica deve rispecchiare l’organizzazione aziendale e i bisogni del management. Inoltre deve essere adattabile, in modo da poter generare ulteriori presentazioni.

Infine, la tua dashboard deve essere flessibile. In questo modo, potrai integrare nuovi canali e metriche che hanno conquistato il centro della scena.

Impaziente di impostare la tua dashboard? Allora inizia la tua prova gratuita di Digimind Social!


KPis e social media marketing





Rispondi