Content marketing e GDO: i contenuti più performanti

Un’analisi dei contenuti più performanti, i format maggiormente apprezzati dagli utenti e le diverse strategie di content marketing adottate dalle principali insegne della GDO italiana.

 

La segmentazione della base clienti non passa soltanto dallo scaffale ma dalla capacità di intercettare le audience a target tramite una strategia di content marketing coerente in grado di far leva sui diversi momenti del processo decisionaleinteresse, valutazione e considerazione, acquisto, sostegno.

Per questa ragione, prendiamo spunto dal report “La performance online della GDO italiana” per analizzare i maggiori trend per la creazione di contenuti che attraversano i principali player del mercato retail. Buona lettura e ti aspettiamo nei commenti!

top-brand-sui-social_GDO

Prova prodotto e valutazione delle alternative

I contest dedicati alla community sono un’ottima strategia per incoraggiare i test di prodotto, dar vita ad un word of mouth virtuoso e stimolare il processo di valutazione delle alternative.

I-post-più-performanti-di-Lidl-Italia
I 2 top post su Facebook: 22 maggio – 22 agosto. Campione di analisi: Coop, Auchan, Lidl, Esselunga, Penny Market, Despar, Carrefour, Conad.

Infatti, ci troviamo di fronte ad utenti che già conoscono ed hanno interagito con il brand. Per questa ragione saranno maggiormente propensi a valutare nuove opzioni e prodotti. Ovviamente, possono essere messe in campo strategie  differenziate che puntano a risultati diversi:

  • limitate barriere all’ingresso, ad esempio i concorsi in cui basta un commento, per aumentare le interazioni e la copertura anche verso nuovi utenti
  • barriere medie, ad esempio sistemi integrati (online-offline) di punteggi e livelli per i possessori della fidelity card, per fidelizzare la base clienti
  • barriere alte, ad esempio i concorsi basati sul valore del consumatore (profittabilità e valore degli acquisti), per dare spinta all’up selling.

Trend mediatici ed integrazione delle dimensioni online-in store

La direzione strategica delle leve di marketing sta cambiando. La stagionalità e la segmentazione non bastano più ma vanno integrate dalla capacità di pianificare in ottica real-time, cavalcando i fenomeni mediatici e culturali maggiormente rilevanti.  

I-tweet-più-performanti-Carrefour-Italia
I 2 top content su Twitter che fanno riferimento al fenomeno Pokemon Go: 22 maggio – 22 agosto. Campione di analisi: Coop, Auchan, Lidl, Esselunga, Penny Market, Despar, Carrefour, Conad.

Queste attività permettono di avere un notevole ritorno in termini di copertura e buzz, inoltre sono leve fondamentali per intercettare nuove utenze a target.

Influencer marketing e collaborazioni con i principali trend setter

Il ventaglio dei contenuti da mettere in campo non deve prevedere soltanto risorse proprietarie ma pianificare (anche) risorse provenienti da contributors esterni.

Campagna-influencer marketing-di-Lidl-Italia-su-Instagram
Presidio del trend di consumo bio da parte di Lidl Italia, tramite attività di influencer marketing e partnership con trend setter.

Le ragioni di questa scelta sono le seguenti:

  1. le opinioni online degli utenti e degli opinion leader sono decisive per influenzare il parere dei propri ‘pari’. Quindi, vanno considerate come dei veri e propri driver che influenzano il comportamento d’acquisto
  2. la valutazione della performance non deve tenere in considerazione soltanto gli indicatori relativi all’engagement ma le metriche riguardanti audience, reach e bacino d’utenza. Conseguentemente le partnership con influencer e trend setter diventano vitali per ampliare la visibilità dell’offerta, oltre che per migliorare la credibilità e il posizionamento.

Supporto all’esperienza di prodotto

I tutorial rappresentano una risorsa preziosa per i brand, in quanto permettono di presidiare l’esperienza di prodotto a 360 e in ottica multichannel. Non soltanto facilitano il processo di assistenza alla clientela ma rendono possibile la raccolta dei feedback in un unico spazio.

Il-contenuto-più-performante-di-Conad-su-Facebook
Il contenuto più performante di Conad su Facebook: 22 maggio – 22 agosto.

Naturalmente, bisogna diversificare le tipologie di contenuto. Ovvero, sfruttare i formati più appropriati per agire sui diversi momenti del marketing funnel: stimolo (video, contest, gaming, how to), valutazione e considerazione (recensioni, guide, endorsement, pr news), acquisto (promo, couponing, prove prodotto), supporto e loyalty (programmi di retention, contenuti premium per gli ambassadors, email, retargeting e nurturing).

Hai campagne o best practices da segnalarci, scrivici qui o mandaci un tweet a @Digimind_IT!



New Call-to-action


Rispondi