Email, SMS e social media: 7 consigli per strutturare una strategia multicanale

Scopri come implementare una strategia multicanale di email e SMS, grazie a funzioni di segmentazione, marketing automation e molto altro.

sms, email e social: come impostare una strategia multicanale

L’avvento del mobile sta creando sempre più un ecosistema entro cui convergono tutti i canali di marketing. I diversi supporti non possono più sussistere separatamente, bensì toccarsi, intrecciarsi per dare vita a una strategia che valorizzi ciascun punto di contatto (o touchpoint) con il cliente, per coltivare la relazione lungo tutto il customer journey.

Se l’email è l’architrave di qualsiasi strategia di digital marketing, nonché passaporto digitale di tutti noi (cittadini e consumatori), gli SMS rappresentano il canale più diretto e immediato, grazie a tassi di apertura superiori al 98%. E i social network? Sono un fondamentale anello della catena, sponda per tutte le comunicazioni e fondamentale strumento di database building.

 

Come strutturare una strategia multicanale con email, sms e social media

 

In questo blog post vogliamo darti alcuni consigli – accompagnati dai migliori strumenti – per integrare i diversi canali di digital marketing, con l’obiettivo di lanciare una strategia multicanale, efficace e rilevante.

1. Profila e segmenta i destinatari

L’efficacia di qualsiasi strategia multicanale passa dall’attività di profilazione. Profilare significa conoscere il proprio destinatario, raccogliere informazioni, dati e numeri sul suo profilo, che saranno poi impiegati per la successiva attività di segmentazione, così da potergli offrire contenuti sempre più mirati e ritagliati sulle sue specifiche esigenze, attitudini e comportamenti.

In una parola, personalizzazione, che secondo uno studio di Aberdeen Group migliora del 14% i tassi di clic delle email e del 10% le conversioni.

Centro gestione profilo, moduli di autoprofilazione, filtri di segmentazione, campi e contenuti dinamici: sono gli strumenti che consentono di recapitare al destinatario (che sia un cliente o un utente) solo comunicazioni rilevanti, pertinenti, in linea con i suoi interessi e le sue esigenze.

2. Crea workflow multicanale di email e SMS

Come abbiamo visto, il concetto di strategia multicanale va di pari passo con quello di personalizzazione. Dal punto di vista tecnico, come si possono fondere le due parti? La risposta è l’automation, la tecnologia che consente di automatizzare il flusso delle comunicazioni, calibrandone i contenuti a seconda di ciascun destinatario, dei suoi interessi e del suo comportamento.

Facciamo un piccolo esempio: per comunicare l’avvenuta spedizione dell’ordine, un e-commerce può definire un apposito workflow e inviare in automatico, al destinatario giusto nel momento giusto, la notifica via email e SMS.

Si tratta solo di uno dei tanti tasselli che compongono la customer journey. L’automation permette di mettere insieme tutti i pezzi del puzzle, donando continuità, coerenza e consistenza al processo di acquisto e, secondo Nucleus Research, generando un incremento del 14,5% nella produttività commerciale delle aziende e una riduzione del 12,2% delle spese di marketing; non solo, un altro studio, ci dice che le aziende che utilizzano la Marketing Automation hanno un tasso di conversione di lead qualificati più alto del 53% rispetto a chi non la utilizza.
strategia multicanale: integrare gli sms
La tecnologia di marketing automation è a portata di tutti, il più delle volte bastano poche operazioni drag & drop per mettere a punto un workflow. Per avere uno sguardo a 360° sull’argomento ti consigliamo l’ebook Teoria e pratica di Marketing Automation, un percorso di apprendimento che fornisce basi teoriche, metodologie e case study per mettere a punto un’organica strategia.

3. Da un touchpoint all’altro: dai continuità alle comunicazioni

Di fondamentale importanza è saper riconoscere in ciascun punto di contatto con il cliente l’opportunità per rilanciare la relazione e accompagnare al touchpoint successivo.

Facciamo un esempio: nella notifica di avvenuta spedizione dell’ordine, gli e-commerce possono inserire un link a una landing page o a una pagina del sito contenente una selezione di prodotti correlati.

strategia multicanale: contenuti e touchpointNello specifico di un SMS, è possibile offrire un contenuto utile legato all’acquisto, accompagnando così l’utente sulla pagina del proprio blog o su una landing page dedicata. Facciamo l’esempio di una spa: in seguito all’acquisto di un prodotto per capelli, il brand potrebbe inviare un SMS per offrire consigli e suggerimenti per difendere i capelli dal freddo e dall’aria secca dei mesi invernali. Si tratta di un utilizzo del canale che permette di andare oltre il contatto puramente commerciale.
strategia multicanale: declina il tuo intervento sui diversi touchpoint
4. Un fondamentale alleato: la landing page

Uno strumento chiave per amplificare l’efficacia di email e SMS è la landing page, un vero e proprio ponte per convertire il destinatario in visitatore, e poi in potenziale cliente.

Grazie ai moderni editor drag & drop, creare landing page è semplicissimo: sono ottimizzate per mobile e rifinibili nel dettaglio. Ecco un ottimo esempio di landing page, funzionale, orientata a una sola call to action e allineata alla brand identity:
strategia multicanale: come sfruttare le landing pageCon una landing page è possibile richiedere i dati dell’utente per l’iscrizione (come nell’esempio mostrato), ma anche creare una pagina di approfondimento in cui esplorare caratteristiche e conoscere i dettagli di un prodotto.   

Uno strumento fondamentale se pensiamo all’SMS marketing: basta accorciare la URL della pagina e inserirla nel corpo del messaggio; al destinatario basterà un clic per atterrare sulla landing page e approfondire il contenuto anticipato nell’SMS.

5. I social, per il database building e la condivisione

I numeri di Facebook sono impressionanti, non lo scopriamo certo oggi: è il terzo sito più visitato al mondo dopo Google e YouTube, e conta 1,09 miliardi di utenti attivi giornalmente.
Un potenziale enorme che i brand possono sfruttare per alimentare il proprio database di nuovi contatti email e SMS. Basta creare un modulo di iscrizione e inserirlo come tab nella pagina Facebook.

Anche in questo caso, gli strumenti non mancano: in pochi passi è possibile creare e personalizzare un modulo di iscrizione multicanale per chiedere ai visitatori di lasciare il proprio indirizzo email o il numero di telefono, o entrambi. È così che viene a crearsi un ponte diretto tra la pagina Facebook e il canale email e SMS di un brand.

Ecco come si presenta un modello modulo di iscrizione per Facebook:

strategia multicanale: come sfruttare i social media

Se rilevante e gradevole nel design, una newsletter è un contenuto meritevole di condivisione. Per questo, mai dimenticarsi di inserire i bottoni di condivisione social nelle email: con un clic, i destinatari hanno la possibilità di pubblicare la campagna nella propria rete di contatti, ampliandone esponenzialmente il raggio di diffusione. Ecco un ottimo esempio di email con all’interno un modulo dedicato alla condivisione sui social:

strategia multicanale: newsletter e social media

 

6. Fai parlare tra loro i dati

Soprattutto in una strategia di Marketing Automation, è di fondamentale importanza mettere in comunicazione i dati necessari a innescare gli automatismi.

A prescindere dai sistemi utilizzati, far dialogare tra loro i dati raccolti permette al brand di fare luce sul profilo dell’utente e ottenere una “carta d’identità” di ciascun contatto. In questo modo è possibile conoscere nel dettaglio come si comporta l’utente in quanto individuo – andando ben al di là del più generico paradigma dato dalla buyer persona.

7. Sperimenta strategie di mobile marketing

Con l’avvento del mobile, il potenziale multicanale di email e SMS viene ulteriormente amplificato da un ecosistema mobile. In passato Pizza Hut U.K., grazie ai beacon, ha messo a punto un sistema di invio di notifiche via SMS: gli utenti dell’app che venivano a trovarsi nel raggio di mezzo chilometro da un ristorante della catena, ricevevano un SMS contenente un buono sconto. Una campagna di mobile marketing che ha dato i suoi frutti: nell’arco di 15 mesi, la strategia è risultata 4,4 volte più efficace dell’advertising in televisione  e 2,6 volte di quello online.

 

Le risorse del mobile marketing sono ancora parzialmente inesplorate e la sperimentazione è ancora agli albori. Si tratta del campo in cui meglio avviene l’intreccio e l’interazione dei diversi canali di digital marketing. Per questo MailUp ha dedicato all’argomento una Video Academy di cinque puntate, grazie al contributo di Marco Brambilla e Gianluca Diegoli, tra i maggiori esperti di digital marketing in Italia. Un modo – che non possiamo far altro che consigliarti – per esplorare dinamiche e best practice del mobile marketing.




KPis e social media marketing


Sono nato nel 1986 a Milano, dove mi sono laureato in lettere moderne e ho iniziato a scrivere di tante cose per quotidiani online, magazine e notiziari tivù. Convertito al marketing e al mondo digital, sono content editor di MailUp: leggo, ascolto, raccolgo spunti e scrivo, per raccontare cos'è l'email marketing e come renderlo strategico.

Rispondi