Quando si affronta un argomento o un mercato per la prima volta, può essere complicato determinare temi e conversazioni di interesse. Inoltre, l’analisi si complica ulteriormente quando vi è un alto flusso di messaggi  da esaminare.

Per definire un’efficace strategia di content marketing, diventa necessario impostare un programma di monitoraggio per scoprire i temi più rilevanti. L’analisi deve anche produrre output visivi dall’impatto immediato, in modo da avere un quadro chiaro della situazione.  In questo modo, le attività di social listening possono portare benefici immediati come identificare i principali argomenti di conversazione ed influencer, trovare nuove idee,  analizzare nel dettaglio l’attività dei competitor.

1. Identifica le keywords più rilevanti

Ad esempio, date un’occhiata ai Top Topic legati ad una nostra analisi del mondo retail anglosassone.  Avete individuato i temi principali?

Retail-e-social listening
È rilevante il termine polizia?

La tag cloud è un tipico strumento per individuare parole o espressioni chiave. Nel nostro esempio, è predominante la presenza dei brand Sainsbury e Tesco. Detto questo, qual è la pertinenza della keyword polizia? Entrando nel dettaglio legato alle singole menzioni, possiamo osservare come la polizia sia intervenuta in un supermercato Tesco per arrestare un individuo.

Tag-cloud
La tag cloud è uno strumento ideale per l’analisi di keywords e conversazioni.

2. Individua le connessioni tematiche per sviluppare il tuo storytelling

Come anticipato, la tag cloud consente di visualizzare i concetti chiave ma non permette di identificare rapidamente le relazioni. Tramite lo strumento del clustering, è possibile rilevare i collegamenti tra le keyword principali ed identificare la ‘storia’ dietro alle conversazioni prese in analisi.

Monitoraggio -online
Key Concepts.

La tag cloud mostra le principali parole chiave: “Hundred of jobs” e “Jobs”. Come rendere rilevante queste informazioni?

Clustering- social listening
La tecnica del clustering.

Tramite la clusterizzazione possiamo notare le parole chiave collegate alla main keyword: “Management Roles”, “new managerial positions”“trainers” and “potential job losses” . Questi termini mettono in evidenza il problema urgente di potenziali perdite di posti di lavoro legate a un nuovo nuovo programma di formazione manageriale nei negozi.

3. Visualizza i temi di conversazione e determina una gerarchia

Per dare ulteriore rilevanza e pertinenza alla nostra analisi, bisogna dare una struttura ai temi presi in esame. È possibile definire una gerarchia tramite la wheels: mostrando gli argomenti principale e i sottotemi.

Online- monitoring-wheels
Come dare una struttura alle informazioni per generare insights.

Dal nostro esempio, possiamo rilevare i 5 principali temi: Social Media Monitoring, Twitter, Digital Marketing, Social Media Marketing e Social Media Analytics. Osserviamo come il tema Social Media Marketing viene ulteriormente segmentato in 5 sottotemi: Snapchat, Social Selling, startup, AMP e Business.

4. Scopri gli hashtags più popolari

Un’analisi chiave per generare nuove idee e scoprire nuovi temi, è legata all’osservazione della performance degli hashtag.

Questa tipologia di monitoraggio permette di intercettare nuove tendenze, di valutare l’impatto delle proprie campagne e di affinare il tone of voice in base alle preferenze degli utenti.

hashtags - retail - social - listening
I top hashtags legati a Tesco.

 

5. Analizza la performance dei contenuti

Un’altra tipologia di analisi a supporto del content marketing è l’analisi della performance dei contenuti stessi, in modo da poter definire una strategia attorno ai più engaging. Inoltre, ci permette di comprendere quali sono i formati che portano maggiori risultati ai nostri competitor.

Spotify mentions
Social Analytics.

L’analisi può essere ulteriormente perfezionata, segmentando le interazioni in base ai diversi canali o mettendo in relazione le nostre campagne.

Quali sono le vostre best practices in termini di analisi a servizio della content strategy?



New Call-to-action




Federico Oliveri
Inbound Marketing Specialist per l’Italia di Digimind, specializzato in strategia, social listening e monitoring. Blogger per IAB Italia e Webhouse, speaker e formatore. Il mio obiettivo quotidiano è aiutare brand, agenzie e professionisti a trasformare i dati in strategie profilate, asset di business e risultati tangibili.

Rispondi