Le fonti online e i social media sono un bacino estremamente importante per ricavare insight sui consumatori: opinioni, desideri, bisogni e necessità.

Inoltre, permettono di superare alcune limitazioni delle ricerche di mercato legate alle metodologie tradizionali: in primis, la desiderabilità sociale e l’ampiezza del campione.

Questa assunto vale ancora di più se messo in relazione a un mercato altamente competitivo, come quello degli smartphone. Infatti, le conversazioni degli utenti possono essere sfruttate per profilare l’offerta di prodotto e supportare le campagne, tramite dati in tempo reale, sulle reazioni del pubblico.

Per questa ragione, voglio raccontarti di un case study che ha come protagonista uno dei nostri clienti e che segue esattamente queste linee guida strategiche.

Di seguito, troverai come Asus ha sfruttato il social listening per la progettazione e lancio dell’ASUS ZenFone Zoom S. Buona lettura!

Il brand

ASUS è una multinazionale, fondata nel 1989, che opera nel settore dell’elettronica di consumo. Nel 2015 e nel 2016, il magazine Fortune l’ha classificata tra le società mondiali più apprezzate. Inoltre, ASUS è il brand numero uno nei settori delle schede madri e del gaming ed è tra i primi tre produttori mondiali di notebook.

Tuttavia, la crescente competitività del mercato ha portato il brand ha ripensare i suoi modelli di sviluppo e promozione.

La sfida di business

Come anticipato, il nostro cliente ha compreso rapidamente come le conversazioni online possano rappresentare un chiaro vantaggio competitivo se monitorare, analizzate e sfruttate correttamente.

Motivo per cui, si è delineata una chiara sfida di business a cui dare risposta:

generare insight sui consumatori per supportare lo sviluppo di prodotto e ottimizzare le campagne di comunicazione legate al lancio con dati in tempo reale

Come Asus ha utilizzato Digimind Social per monitorare le conversazioni di prospect e clienti online e sui social per influenzare il processo d'acquisto e profilare la comunicazione in tempo reale.

Il progetto

Al fine di realizzare un prodotto fortemente ancorato alle esigenze dei consumatori, Asus ha utilizzato Digimind Social per monitorare le conversazioni di prospect e clienti. Nel dettaglio, le linee guida che hanno fatto da faro al progetto di monitoraggio sono state:

  • comprendere la percezione degli attuali clienti in merito ai prodotti già sul mercato;
  • determinare le funzionalità di prodotto più importanti per gli utenti comuni rispetto ad esperti ed heavy user;
  • intercettare trend di mercato e bisogni dei prospect;
  • definire le priorità di intervento del team R&S.

A seguito del lancio, per aumentare considerazione d’acquisto e vendite in ogni mercato a target, il brand ha pianificato la propria strategia di comunicazione basandosi su analisi in tempo reale delle conversazioni più rilevanti, sentiment, utenti più attivi ed influencer.

Questa attività ha permesso alla multinazionale di Taiwan di generare insight sui consumatori per

  1. adattare in tempo reale la strategia di social e influencer marketing ai differenti mercati, basandosi sui diversi risultati relativi a sentiment e temi di discussione;
  2. amplificare le discussioni sul brand e il prodotto, identificando i trend e le audience più rilevanti su cui declinare la strategia di comunicazione.

La progettazione ed il lancio 

Monitorando le conversazioni sui social media, ASUS ha compreso come le funzioni professionali della fotocamera e la durata della batteria fossero i fattori chiave considerati dagli utenti nelle diverse fasi del processo di acquisto. Basandosi su queste informazioni, l’ASUS ZenFone Zoom S è stato progettato con una fotocamera posteriore a due lenti (la prima per la serie ZenFone) e una batteria da 5000mAh.

Allo stesso tempo, questi insight sui consumatori hanno guidato la campagna di lancio del prodotto che si è focalizzata sulle caratteristiche chiave dello ZenFone Zoom S ed ha adottato il claim “cattura ogni momento significativo”. Per sottolineare ulteriormente le funzioni della fotocamera, ASUS ha fatto ricorso ad ads in formato video in cui fotografi professionisti enfatizzano la possibilità di scattare foto di ottima qualità con il cellulare.

Case study Asus: analisi temi di conversazione, sentiment, utenti e influencer

Personalmente penso che si tratti di un case study di particolare valore, in quanto è un perfetto esempio di strategia data-driven. Ovvero, estrarre insight profilati dai big data per analizzare, modellare, affinare e valutare le proprie azioni nel medio e lungo periodo.

Tuttavia se hai voglia di approfondire il tema, clicca in basso e leggi il business case completo. Aspetto con piacere i tuoi pareri su Twitter, utilizza l’hashtag #DigimindTalks e/o menziona @Digimind_IT.

New Call-to-action

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.