Come creare social media report per valorizzare al meglio il proprio lavoro, ottimizzare i tempi di produzione del team, garantire la soddisfazione del cliente e generare opportunità di upsell?

Una domanda non facile che tutti i Digital Strategist, Analyst, Social Media e Project Manager delle agenzie di Marketing e Comunicazione si sono posti almeno una volta. In aggiunta, non sempre è facile selezionare le metriche più appropriate in relazione ai risultati attesi.

Per questa ragione, in questo articolo voglio raccontarti di un nostro cliente, un’importante agenzia di PR e Comunicazione, e di come ha differenziato la reportistica in modo da ottenere loyalty e opportunità di business dal portfolio in essere. Buona lettura!

La sfida di business

Il nostro cliente ha rapidamente compreso che la capacità di generare svariati insight dai social media, tramite attività mirate di ascolto e monitoraggio, può essere sfruttata al massimo creando differenti output, social media report e dashboard.

Per questo motivo, hanno messo in campo una sfida di business ben definita:

creare diverse tipologie di social media report e dashboard da integrare nei diversi pacchetti dell’offerta commerciale, al fine di aumentare la capacità di spesa di prospect e clienti

Come creare social media report e dashboard per generare loyalty e opportunità di new business

Il Progetto

L’agenzia ha utilizzato le social media dashboard di Digimind Social per definire social media report standardizzati a seconda della complessità del progetto, il budget del cliente, il volume di conversazioni e KPIs da tenere tracciati.

A seguire, questi social media report sono stati declinati in 4 offerte commerciali differenziate, crescenti e modulari:

  1. monitoraggio standard, gratuitamente offerto all’intera base clienti e concentrato su un singolo brand e prodotto o servizio;
  2. monitoraggio di 1° livello, tariffa base con l’aggiunta del listening legato a dirigenti, Top Management e tematiche del settore;
  3. monitoraggio di 2° livello, tariffa media con una mappatura di almeno 5 brand del gruppo o linee di prodotto, oltre che un sistema di alert in base alle dimensioni di interesse;
  4. monitoraggio di 3° livello, tariffa premium che include tutti i precedenti punti e aggiunge il benchmark sui competitor.

Infine, dopo l’iniziale fase di setup, le social media dashboard sono state automatizzate, sulla base dei KPIs scelti, per ottimizzare i tempi di lavoro dei team Social, PR e Analytics.

social media report e analisi del sentiment

La soluzione

Le dashboard sono state affiancate da social media report differenziati su base settimanale, mensile e trimestrale. Fatta eccezione per le specificità di ogni singolo progetto o campagna, la maggioranza dei report ha incluso ed evidenziato:

  • impatto delle campagne o visibilità del brand o concorrenti sui diversi canali e piattaforme;
  • trend e tendenze di crescita o decrescita delle conversazioni in merito ai temi più rilevanti per consumatori e mercato di riferimento;
  • analisi degli utenti a target sulla base di interessi, geolocalizzazione e professione;
  • segmentazione degli influencer di maggior peso per il pubblico, oltre che degli ambassador presenti, andando in profondità su coinvolgimento, network di diffusione e portata;
  • sentiment diversificato per temi e media;
  • tematiche e sottotemi più discussi dall’audience.

I risultati

Questa nuova ristrutturazione della reportistica ha permesso all’agenzia di ottenere nel breve termine dei risultati concreti:

  1. tutti i clienti già in essere, dopo aver provato il monitoraggio standard, hanno deciso di acquistare offerte più complete;
  2. grazie ai formati automatizzati delle dashboard, sono aumentate esponenzialmente le vendite di social media report su base settimanale;
  3. l’agenzia ha allargato il perimetro delle analisi alle singole campagne o attivazioni di punta dei clienti chiave.

Se anche tu hai best practice da condividere su report e analisi sui social, ti aspetto nei commenti.

New Call-to-action

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here